Artrite reumatoide sarilumab

Comment

Approfondimenti
Pubblicità 

Artrite reumatoide sarilumab

Come trattamento di recente formulazione messo a punto per migliorare il quadro patologico dell’artrite reumatoide viene prescritto il sarilumab, anticorpo monoclonale umano anti-interleuchina-6 di nuova generazione (classe H). Questo approccio terapeutico risulta efficace in caso di artrite reumatoide attiva da moderata a grave, in pazienti adulti che in precedenza sono stati trattati senza risultati isoddisfacenti ad uno o più farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARDs). Il farmaco di solito può essere somministrato in monoterapia in caso di intolleranza al metotrexato o quando la cura a base di questo farmaco non risulta essere soddisfacente. Le potenzialità del principio attivo ovvero del l’ anticorpo monoclonale umano anti-IL-6R (anti-recettore di IL-6) si devono alla sua capacità di legarsi alla forma di membrana ed alla forma solubile del recettore dell’interleuchina-6 con un alto livello di affinità. Questo meccanismo permette di inibire la cascata di segnalazione pro-infiammatoria mediata da questa interleuchina, che causa il processo di infiammazione sistemica ed a livello articolare che attiva il quadro dei sintomi tipidi dell’artrite reumatoide. Per maggiori notizie si rimanda alla lettura di https://www.osservatoriomalattierare.it/altre-malattie-croniche/13770-artrite-reumatoide-sarilumab-disponibile-anche-in-italia.

I risultati clinici

Artrite reumatoide sarilumab

Artrite reumatoide sarilumab

Prima di prescrivere la terapia con il sarilumab ai pazienti colpiti da artrite reumatoide attiva da moderata a grave devono essere valutate diverse condizioni relative alle esigenze dei singoli malati. Dopo aver valutato attentamente il quadro clinico e le abitudini di ogni paziente il medico può adattare il trattamento al meglio la posologia alla situazione clinica di ciascun soggetto, per favorire così la totale aderenza alla terapia. In base ai dati raccolti dai diversi studi condotti in ambito clinico il farmaco sarilumab si è dimostrato più efficace delle terapie con csDMARD (farmaci convenzionali modificanti la malattia) oltre a favorire una maggiore riduzione dei sintomi, contribuento allo stesso tempo a migliorare la funzionalità fisica del paziente con effetti positivi sulla qualità di vita. In più la terapia con questo nuovo anticorpo monoclonale umano è in grado di rallentare la progressione radiologica che porta alla disabilità dei pazienti.

Pubblicità 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.