Tags:

Artrodesi quando si esegue

Comment

Approfondimenti
Pubblicità 

Artrodesi quando si esegue

In presenza di un grave danno articolare che causa nel paziente un dolore che non viene placato da alcun tipo di trattamento di tipo conservativo, il medico può indirizzare il paziente ad un’operazione chirurgica di fusione degli elementi ossei che compongono un’articolazione mobile o semimobile del corpo umano, si tratta dell’artrodesi, nota anche con i nomi alternativi di anchilosi chirurgica o fusione articolare. Possono venir sottoposte a tali interventi di chirurgia diverse aree del corpo, principalmente le articolazioni della caviglia e del polso, in altri casi più rari possono essere interessate le articolazioni delle dita delle mani, dei piedi e le articolazione intervertebrali. Gli interventi di artrodesi vengono preceduti da esami preoperatori generici per verificare lo stato di salute generale del paziente e le condizioni dell’articolazione danneggiata, per questo il soggetto viene sottoposto ai seguenti test: analisi del sangue, analisi delle urine, analisi dei parametri vitali, elettrocardiogramma, radiografia. Per altre notizie si rimanda alla lettura di http://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/artrodesi.html.

Interventi di artrodesi

artrodesi

artrodesi

Questo intervento di chirurgia prevede il ricorso a diverse tecniche come l’artrodesi a cielo aperto oppure un’operazione di artroscopia che vengono selezionate con lo scopo di ridurre la sintomatologia dolorosa, eliminando così l’articolazione dolente, un intervento alternativo per sostituire l’articolazione danneggiata e dolorante consiste nel ricorso ad una protesi. In caso di artrodesi a cielo aperto oppure di artrodesi artroscopica è indispensabile sottoporre il paziente ad anestesia generale; quando si esegue l’artrodesi a cielo aperto si deve eseguire un’incisione di pochi centimetri nell’area anatomica in prossimità dell’articolazione interessata dal danno, attraverso tale apertura è possibile raggiunge le componenti articolari dolenti per saldarle; dopo la procedura chirurgica si esegue la chiusura dell’incisione attraverso l’applicazione i punti di sutura. Invece l’artroscopia è una tecnica chirurgica poco invasiva, con la quale si può accedere ad un’articolazione tramite delle piccoli incisioni per introdurre l’artroscopio nelle articolazioni e visionarne l’interno, grazie alle incisioni artroscopiche si possono introdurre anche degli strumenti chirurgici per modificare o riparare le componenti articolari; si conclude l’operazione eseguendo la chiusura delle incisioni con la sutura.

Pubblicità 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.