Condrocalcinosi quadro patologico

Comment

Approfondimenti
Pubblicità 

Condrocalcinosi quadro patologico

Non è facile inquadrare una patologia come la condrocalcinosi, che interessa articolazioni, tendini e borse sierose come conseguenza del deposito di cristalli di pirofosfato di calcio diidrato. La diagnosi di questo quadro clinico può essere difficile in quanto allo stadio iniziale la patologia si palesa con manifestazioni simili ad altre patologie infiammatorie articolari, è necessario quindi procedere con una diagnosi differenziale. In alcuni casi il soggetto può presentare depositi di cristalli di pirofosfato intorno ad articolazioni come gomito, dita, mandibola, anca; il quadro dei sintomi può risentire di una fase acuta per effetto di traumi articolari o microtraumi ripetuti, ma anche in presenza di infezioni, oppure in seguito ad interventi chirurgici e trasfusioni di sangue. Per arrivare ad una corretta diagnosi è bene non solo valutare i dati clinici dove si evidenzia una condizione di monoartrite, è bene poi sottoporre il paziente ad un altro test che consente di riscontrare la concentrazione di cristalli di pirofosfato nel liquido sinoviale che viene prelevato dall’articolazione colpita, nelle fasi avanzate della condrocalcinosi non è esaustivo questo semplice esame al microscopio ma si devono eseguire esami strumentali tra cui le radiografie delle articolazioni per rilevare la presenza di calcificazioni lineari, un segno clinico caratteristico di questa malattia. Per approfondimenti: http://www.reumatologia.unimo.it/malattie/Condrocalcinosi.html.

Come si manifesta la malattia

condrocalcinosi

condrocalcinosi

La condrocalcinosi tende a colpire soprattutto le donne dopo i 50 anni di età che risentono principalmente di una forma di artrite acuta a carico di una sola articolazione che viene definita pseudogotta, dal momento che presenta dei tratti comuni ad un attacco acuto di gotta. Nel corso delle manifestazioni di monoartrite, il soggetto lamenta un dolore molto intenso, accompagnato taloraspesso può associarsi la febbre; in genere questo attacco insorge rapidamente e diventa particolarmente intenso nel giro di 6-24 ore. I distretti del corpo maggiormente colpiti sono rappresentati dal ginocchio, dal polso, dalla spalla, dall’anca e dal gomito; nel caso di forma cronica si viene a delineare il quadro dell’artropatia cronica da pirofosfato con insorgenze del dolore articolare persistente che si irradia in diverse sedi a cui si associa anche rigidità articolare.

Pubblicità 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.