Policondrite ricorrente quadro clinico

Comment

Approfondimenti
Pubblicità 

Policondrite ricorrente quadro clinico

Una malattia sistemica autoimmune di origine sconosciuta e di identificazione clinica alquanto sporadica come la policondrite ricorrente si evidenzia con episodi frequenti di infiammazione e progressiva distruzione dei tessuti cartilaginei. Questo quadro patologico tende a coinvolgere diversi distretti anatomici tra i quali: , la cartilagine ialina delle articolazioni periferiche; la cartilagine elastica delle orecchie e del naso; la cartilagine tracheobronchiale; la fibrocartilagine vertebrale; le strutture ricche di proteoglicani degli occhi, del cuore, dei vasi sanguigni e dell’orecchio interno. L’esordio della malattia sorge in maniera improvvisa con andamento variabile ma progressivo che implica una significativa riduzione della spettanza di vita dei pazienti colpiti da questa malattia rara. I segni clinici che si identificano come esordio della policondrite ricorrente sono di natura sistemica ed aspecifica rappresentati da: febbre, perdita di peso, astenia, letargia; in seguito a questo quadro si manifestazioni si accompagna la condrite auricolare, che interessa la porzione cartilaginea del padiglione esterno, il paziente lamenta poi dolore, infammazione e gonfiore a carico di una o di entrambe le orecchie. Nel corso della patologia gli episodi infiammatori regrediscono spontaneamente, reagendo positivamente anche alla terapia farmacologica, si verificano in seguito infiammazioni ricorrenti o persistenti che provocano la distruzione della cartilagine che causa alterazioni morfologiche del padiglione che diviene molle oppure acquista un aspetto nodulare. Il soggetto può venir colpito da un calo dell’udito come conseguenza della chiusura del meato uditivo esterno, oppure a causa di eventuali otiti medie sierose o dell’ostruzione della tuba di Eustachio. L’infiammazione dell’orecchio medio e delle strutture audio-vestibolari e/o la vasculite dell’arteria uditiva interna determinano una condizione di sordità neurosensoriale. Altre notizie si trovano su: http://www.artrosi.me/condropatia-malattia-della-cartilagine/.

Altre manifestazioni

Policondrite ricorrente

Policondrite ricorrente

I dolori articolari sono frequenti nella fase d’esordio della policondrite ricorrente con coinvolgimento delle piccole o delle grandi articolazioni della periferia e dello scheletro assiale, talvolta si registra l’interessamento delle metacarpofalangee, delle interfalangee prossimali, del polso e del ginocchio; nei casi più severi si evidenziano artriti periferiche. In alcuni casi possono verificarsi complicanze laringotracheobronchiali severe a causa dell’interessamento del tratto respiratorio nelle fasi iniziali della malattia o nelle fasi tardive. L’ostruzione delle vie aeree puo essere diffusa o locale comportando cambiamenti del tessuto delle vie respiratorie esponendo il soggetto ad un grave rischio di morte, la mortalità può essere dovuta anche alle infezioni respiratorie ed a casi di polmoniti postostruttive. In alcuni casi può essere presente coinvolgimento cardiovascolare nel corso della progressione della malattia, scatenando: insufficienza aortica, aneurisma dell’aorta, trombosi arteriose e venose. Possono evidenziarsi nei pazienti colpiti da policondrite ricorrente alcuni sintomi oculari, delle manifestazioni renali e delle alterazioni dermatologiche.

Pubblicità 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.